venerdì 27 gennaio 2012

Quelli che non cenano tirano le somme...e spezzano la corda

Stasera ero impaziente di scrivere sul blog. Dopo aver letto i commenti di Monica mi soffermo su alcuni passaggi e resto stupita per aver scaturito in lei commozione leggendo le parole dei miei ultimi post.
°
Da quando è successo tutto questo non cè mai stata una continuità di emozioni da parte mia, piuttosto...cè stata una continuità di scossoni, ognuno dei quali non mi ha permesso di vivere pienamente quest'esperienza.
Tra un litigio e l'altro, un'attesa disillusa e l'altra, una delusione...e l'altra ...ho incorniciato a singhiozzi piccoli pezzi di quello che è un percorso che molti/e di voi avranno vissuto in maniera "normale".
°
Giorno dopo giorno cerco di mettere in piedi un puzzle che mi permetta di non perdermi per strada...
...un passo dopo l'altro...è ancora difficile accettare di essere sola perchè scatta l'INCREDULITA'.
Ostinata si ripresenta ogni qualvolta io cerchi di mettere da parte quella (colui) che credevo fosse l'altra parte di me...l'idea che mi ero fatta...comè possibile che non fosse quella.
Mentre scrivo mi rendo conto di poter apparire agli occhi di qualcuno patetica e senza speranza ma se questa me è fatta così come leggete, io d'ora in poi ho deciso di accettarlo.
Se sono romantica e sognatrice ho deciso di accettarlo.
Se credo nell'amore che fa fare tutto e che non conosce ostacoli, ho deciso di accettarlo.
Se qualcun'altro ha deciso di NON ACCETTARLO significa che non era la metà di me.
°
Tornando a Monica e i suoi commenti...
...la ringrazio per avermi definita "donna speciale" ma io non mi sento nè l'una nè l'altra cosa...
...credo di non aver fatto niente di speciale e non so cosa significhi esattamente essere una Donna.
°
So che ho fatto una scelta, so che la mia scelta è stata dettata dal cuore e in parte, da un desiderio che prima o poi è arrivato, diventare madre.
Non ho potuto voltare le spalle a quello che sarebbe potuto essere, non ho potuto eliminare quello che per molti sarebbe stato "il problema" come se non si fosse mai presentato ma la verità è che non ho potuto addossare le mie responsabilità a un'innocente.
Sono sicura che la delusione e la tristezza che provo in questo momento per le mie scelte e quelle della persona che avrei voluto accanto adesso, un giorno verranno spazzate via da momenti preziosi...
...e, anche se adesso immagino spesso alle rinunce che dovrò fare, tutto sommato comincio a realizzare che ne varrà la pena.
.oO(...emmMMh, così, detto tra NOI...ricordati però che se possibile vorrei non rinunciare alla palestra...primo acquisto, un paio di baby guantoni ecco *__*'' )
°
Blogger monica ha detto...

"sono qui in lacrime davanti al pc.... mi hai commossa... mi volto e guardo mia figlia accoccolata vicino a me con il naso che cola, e ti dico solo che lo sguardo che ti accompagnerà per il resto dei tuoi giorni è la cosa più... più tutto di un'intera vita, e che avresti fatto un grosso sbaglio scegliendo una strada diversa da questa... peccato per chi ha scelto di rinunciare... si è perso tante cose....* ti seguo, così in qualche modo ti accompagno in questa esperienza che ti cambierà la vita. in meglio! e grazie per l'emozione"

* vaglielo a far capire...!!

...quando uno ti dice " ma io, che vengo a fare, siII va beh sto con te ma...che faccio là e bli bli e bla bla"...cadi tu stessa e appresso le braccia.

Questo commento ci tenevo a riportarlo tutto perchè, dopo averlo letto, ha scaturito in me diversi pensieri...sorrisi e constatazioni...

...non ho potuto fare a meno di immaginare la tenerezza del mio/la mia bambino/a con il naso che cola e che mi guarda...chissà poi se mi somiglierà, a chi somiglierà? che occhietti avrà? chissà...

...non ho potuto fare a meno di leggere più volte quella frase evidenziata in rosa...una frase che nell'ultimo periodo ripeto allo sfinimento cercando di consapevolizzare chi mi sta "di fronte" da lontano.

Ogni frase è sorda all'orecchio di chi non vuol sentire, a colui che sa ma pur sapendo decide di perseverare.

Ammetto di non essere completamente serena, ammetto di non essere pienamente felice, ammetto di non riuscire ad accettare il mio presente...

...ammetto che pur non essendo veramente sola...io mi sento sola.

Voglio sperare che esista, da qualche parte, quell'ideale che non ho mai trovato...qualche altro povero/a illuso/a come me, che creda ancora...

...che per amore tutto si può fare, che per amore si è disposti anche a rischiare...che l'amore tutto fa fare...senza obblighi nè doveri.

Ancora oggi mi chiedo se so amare, se mai ne sono stata capace.

Ho sempre pensato che l'amore fosse INCONSAPEVOLEZZA, irragionevolezza...sè così allora io forse ho amato anche troppo...

...ad ogni modo c'ho provato.

Scarpette...
.oO(l'ennesima foto purtroppo presa da internet ma photoshop mi ha abbandonata e non riesco a porre rimedio!!!! :((( )

Maschietto o femminuccia? Sono aperte le scommesse :>

°

Non aver paura, smetti di guardarti indietro. Il passato, i tuoi cari non possono tornare.

"Abbandona la paura, la tristezza, le emozioni - disse il Saggio - esse fanno parte dell'evoluzione dell'uomo ma fino a che resti preda delle emozioni, non puoi essere ciò che sei.

Sei bloccato. Ma smetti di pensare e agisci. Ciò che conta è agire, solo fare conta, perchè non è pensando che aiuterai il tuo popolo o comprenderai te stesso."

E fu così che anch'io, l'imperatore della Cina, attraverso la terribile tragedia del terremoto e della distruzione, feci un grande passo sulla strada della mia evoluzione.

Conquistai la stima e il rispetto della mia gente che prima mi temeva soltanto. Ma soprattutto, capii che conta più FARE, AGIRE, di mille parole.

Attraverso l'accettazione della prova, anche la più dura, si arriva al superamento della stessa.

(Huang-Ti e Mo-Tzu)


6 commenti:

Micaela ha detto...

che tenero questo post! mentre lo leggo ho mio figlio appisolato accanto a me con il nasino colato; siamo soli stasera come lo siamo stati per 7 mesi e come lo siamo stati altre volte ma non poi più di tanto... sono curiosa di sapere se sarà un maschietto o una femminuccia.... vediamo un pò, io sparo a caso, femmina!

monica ha detto...

tu non ti ci sentirai, una donna speciale, ma per me lo sei... e non conta tanto la strada che hai percorso per arrivare a questa scelta, ma conta il fatto che ci sei arrivata.
ho intorno a me due donne si sono trovate nella tua situazione, due donne molto diverse fra loro che hanno scelto e portato avanti la loro decisione in modi quasi opposti... ma entrambe felici di averla presa, questa decisione, soffrendo, facendosi mille domande e vivendo su montagne russe di emozioni.
entrambe hanno avuto una bambina, di una bellezza sconvolgente... chissà mai che sarà una bimba anche la tua...
ti stringo in un abbraccio, tanto la pancia ancora non c'è....

monica ha detto...

ciao mammina, passa da me quando puoi....

Lo ha detto...

sei splendida ...sulla tua strada ad ostacoli ma meravigliosa....e tu che ti senti??? parli con la pancia al maschile o al femminile???
un bacione

''Cucina di Barbara'' ha detto...

Un post dolce e delicato! Molto felice di conoscerti proprio con questo post.
Riguardo al mio contest "food è Chic" non preoccuparti, se non hai FB, va bene lo stesso :)
TI aspetto!
Baci, Barbara

sandra ha detto...

Mamma, parola impegnativa ma bellissima. Non avere paura è solo una questione di istinto: quando vedrai tuo figlio per la prima volta sentirai di poter distruggere il mondo per salvare lui, se necessario.
Inn quanto all'amore... beh, mi sa che sei come me, innamorata dell'amore....le delusioni non mancano mai! Un abbraccio con il cuore... e sentiamoci ancora!