venerdì 3 luglio 2009

Un post dedicato a me...

...e perchè questo blog sembra di cucina ma in realtà non lo è; dedicato a quello che sono e a quello che volevo essere e al perchè ho scelto di essere in continua evoluzione.
-
Sono uscita, stasera ho fatto un giro giusto nei dintorni, tanto per cambiare soltanto per fare la spesa,il minimo indispensabile..perchè fa caldo, perchè ho voglia di sperimentare ma poca voglia di mangiare. Quando sono tornata a casa ho letto il commento di Pinar e così ho pensato di chiarire un po di cose a proposito del blog. Effettivamente lei (forse anche qualcun'altro) si è stupita del fatto che dietro un nome come "METAMORFOSI" ci fosse la cucina.
Nulla in effetti che potesse far immaginare un riferimento culinario e infatti questo blog non è nato per tale scopo, non è nato per essere commentato e nemmeno per essere "guardato".
Per poterci capire qualcosa dovrei veramente ispezionare e mostrare la parte più intima di me,intanto preferisco rimandarvi al mio primo post.
-
Avevo bisogno di un posto in cui rifugiarmi al sicuro da tutto quello che mi circondava,avevo bisogno di sfogare le mie sensazioni e le mie paure senza frenare in alcun modo le parole e non era necessario che qualcun altro le vedesse o mi aiutasse.
Le parole e le pagine di questo blog mi bastavano e io stessa bastavo a me,l'importante era che mi esprimessi LIBERAMENTE.
L'importante era che tutti i pensieri che mi martellavano COSTANTEMENTE senza troppe vie d'uscita fossero quantomeno sparpagliati in qualche altro posto.
"Parlo" al passato ma è ancora così, anche se adesso questa "stanza" che mi sono creata è un po più affollata.
-
Tutti seguono un percorso inevitabilmente ricco di cambiamenti, io ne ho avuti già tanti e ogni volta sono cambiata io, è cambiato il contesto che mi circondava.
Ho messo via vecchi vestiti, ho svuotato armadi, il mio fisico è migliorato o peggiorato a seconda delle situazioni, ho rinnovato colori, sapori, ho ririempito gli armadi e dinuovo li ho svuotati.
-
E' soltanto per questo che il mio blog si chiama così, perchè cambio,come tutti del resto, ma IO stavolta avevo bisogno di cominciare da qualche parte per poter cambiare ancora.
Non so se posso riuscirci, per ora so che prima le pagine di questo spazio erano nere e oggi sono diventate bianche.
La mia mente è ancora tanto affollata di pensieri,non riesce a liberarsi completamente e dire/scrivere tutto, veramente TUTTO, quello che racchiude ma forse qualcosa ha cominciato a muoversi. -
Cucinare mi appassiona, mi fa sentire leggera; quasi sempre durante la preparazione di un piatto ci metto più tempo di quello che occorre, mi piace soffermarmi su ogni passaggio, mi piace godermi la scelta degli ingredienti, mescolare questo o quello..."strano" poi come una volta pronto non veda invece l'ora di finirlo ^_^
...è così che dal contest di "Un tocco di Zenzero" non mi sono fermata un attimo, è così che siete arrivati voi a commentare, a osservare, a rendere più vivo (e anche un po' più bianco)questo posto rispetto a prima.
A voi, che ogni giorno in qualche modo, anche quando tutto va storto, mi fate sorridere con un nuovo commento...grazie ^_^
.oO(chissà perchè mi viene in mente subito Claudia :D)
-
Ogni nuovo post una nuova canzone, un nuovo aforisma...ogni cosa una conseguenza dell'altra, tutta me tra le righe (e non) di ogni pezzo di questa pagina.
Ogni tanto indosso ancora qualche maschera.
-
Metamorfosi no, non è esattamente un blog di cucina...
...è l'unione delle mie passioni e delle mie paure, la musica, l'introspezione e le mie frequenti crisi e fughe dal mondo che mi circonda.
Metamorfosi perchè io cambio sempre, a volte più lentamente altre volte...
-
Rosa è soltanto il mio nome.
-
"Siamo rimaste solo io e la cucina.Mi sembra un po' meglio che pensare che sono rimasta proprio sola.Nei momenti in cui sono molto stanca, mi succede spesso di fantasticare.Penso che quando verrà il momento di morire, vorrei che fosse in cucina.Che io mi trovi da sola o in un posto freddo, o al caldo insieme a qualcuno, mi piacerebbe poterlo affrontare senza paura. Magari fosse in cucina!"
-
(Tratto da "KITCHEN - BANANA YOSHIMOTO)

15 commenti:

pinar ha detto...

"Non c'è posto al mondo che io ami più della cucina. Non importa dove si trova, com'è fatta: purchè sia una cucina, un posto dove si fa da mangiare, io sto bene."
ultimamente si è fatta sempre più strada in me l'idea che cucinare mi aiuti non solo a prendermi cura di chi amo ma anche a nutrire me stessa e i miei sensi (tutti e 5)!
...................................
da WIKI: "La metamorfosi è una trasformazione profonda, e in genere abbastanza rapida, che può essere di natura fisica e/o morale." In fondo credo che la sostanza rimanga la stessa, tranne poi assumere nuove forme per adattarsi a ciò che la circonda! come acqua! a volte lo scorrere è semplice altre volte più impetuoso e ci fà apparire diversi agli occhi degli altri...

dolceamara ha detto...

ecco qua il tuo primo "pomodorino" a commentare questo post :)... che non era solo un blog di cucina e che cmq nasceva come qualcos'altro lo avevo intuito, forse x questo è bello seguirti, leggerti; forse xchè mi riconosco molto e sono sempre in continuo cambiamento pure io...
Bè,ti auguro una bella giornata. Lisa

lenny ha detto...

Mi piace la documentazione della tua metamorfosi annunciata che passa per la cucina.
Anche per me la cucina è un mezzo di espressione, dove labili sono i confini della mia evoluzione personale e gastronomica :))

dada ha detto...

A noi piace questo tuo mondo che cambia ma con radici eguali (forse per fortuna). Anche per me la cucina è fonte di espressione, libertà e allegria. Grazie per il testo e le citazioni. Buona giornata!

i dolci di laura ha detto...

Le passioni sono parte di noi, sono espressioni di noi stessi, possono cambiare, siamo davvero in continua metamorfosi! Anche a me piace cambiare, a seconda del tempo, della vita, delle persone... ma una cosa che amo e non cambierò mai è cucinare. E' un modo per rilassarmi, per ritrovarmi e ricaricarmi.
un' altra passione è l'equitazione, quando cavalco Shany il resto non esiste, mi sembra di volare, è una sensazione bellissima!
Se ami i cavalli ti consiglio di provare ad andare in un maneggio per una lezione di prova (è più facile e meno costoso di quello che si pensa), poi non riuscirai più a farne a meno!
I tuoi dolcetti qui sotto sono davvero una tentazione!

Rocco ha detto...

Ciao Daphne, ogni tanto passo a trovarti, vedere quella foto che hai scattato prima di Termoli mi ha fatto venire in mente quando vivevo a Milano e tornando in Puglia rimanevo sempre affascinato da quella vista del mare sotto con quelle reti strane appese lì... ci sarò passato un milione di volte sia di inverno sia di estate e ogni volta aveva un fascino diverso. Bella foto. Complimenti.
Ciao Rocco.

Daphne ha detto...

A TUTTI:
Grazie per aver apprezzato la mia evoluzione ^_*

Pinar:
Pensa che quel libro e io ci siamo incrociate per puro caso proprio ieri poco dopo una mia frase(mentale) che meglio non ripeta :D
Però la cosa come al solito mi ha fatto riflettere ^_^
Coincidenze?Può darsi...non l'ho comprato e mi sono pentita perchè dev essere molto carino da leggere,dovrò rimediare ^_^
Cucinare per se stessi è appagante ma farlo per gli altri anche solo per il "gusto" di vedere che si è fatto bene..forse appaga due volte di più ;)

Dolceamara:
E' bello per me sapere che cè anche chi ha letto tra le righe prima che io facessi un post dedicato ^_^
Ti riaspetto qui ;)

Lenny:
Grazie :)
A me piace il tuo modo di esprimerti in cucina ;)

Dada&Laura:
Grazie a voi ^_^
Vedo che siamo tutti daccordo ;)
Laura tu mi tenti coi cavalli e io rispondo a suon di dolci :D
Buona serata ^_^

Rocco:
Grazie della visita, non pensavo ogni tanto "spiassi" di soppiatto :D
Vivevi a Milano e ora sei a Roma..ummh,questo mi fa ben sperare che allora ho una possibilità anch'io di "fuggire" da qui :D
Bella Termoli si,bello il mare ^_^
La prossima volta fai una sosta ;)

Solidea ha detto...

E' meglio che vada....sennò le "friselle col LM" le posto domani...mi piace il tuo blog!!! Lo terrò da conto come un buon libro che leggi piano sennò finisce!!! Buona giornata!!

Claudia ha detto...

...
GRAZIE!
è bello sapere che un mio commento ti faccia nascere un sorriso, credo che ne farò la mia professione è troppo bello riuscire a distogliere la mente dai pensieri grigi; offuscano la mente, e non ne vale la pena, ma siccome arrivano, volente o nolente, sono contenta di arrivare anch'io :)
adesso non farmi diventare troppo seria ahahahahah
dolcezza, hai un account su facebook?
baciuzzi super lovvosi
cla
piesse: intanto segnati il mio indirizzo mail
claudia.magistro@tiscali.it
**********

Daphne ha detto...

Solidea:
Wow, questo si che è un piacere ^_^
Una frase così significa solo tutto di positivo, di solito i libri che appartengono a quella "categoria" sono quelli che ci piacciono di più ^_^
Se è così allora grazie :)

Claudia:
E di che?? :P
Grazie a te ^_^
Se ne farai la tua professione chiamami oh che vengo pure io a vedere che combini :D

E infatti, mo non mi diventare troppo seria che sennò come faccio :D
uahahah.. baciotti baci ^_^
Per quanto riguarda Facebook ti ho inviato una mail in proposito..
.oO(io oooOOODIO FFFAAACEBOOK)
EMMH :O :D

Solidea ha detto...

A proposito di mail..hai ricevuto la mia? Ti chiedo modi "stupefacenti" per adoperare la mia preziosissima farina di grano arso!!

Daphne ha detto...

Solidea:
No :/
Non ho ricevuto alcuna mail :/
Riprova all indirizzo del profilo..è molto strano :|
Fammi sapere :)

papavero di campo ha detto...

daphne scelgo questo post per farti la prima visita,
metamorfosi è bello! una nozione bellissima e fondante, non è tanto il cambiamento -che certo avviene, ma l'essenza è la trasformazione attraverso le mirabili incessanti alchimie che essa padroneggia, tutto si trasforma è legge della fisica, darle valenza spirituale è arte della vita, creatività del vivere.
anche le ombre vi sono soggette, che mutevolezza! cambia la luce, il sole corre e i nostri stati d'animo arrancano!
ciao a te daphne deliziosa giovane donna che parla on se stessa!

Daphne ha detto...

Papavero di campo:
Benvenuta ^_^
Ti ringrazio per le belle parole
Torna a trovarmi quando vuoi :))
La tua ultima definizione mi piace molto :D
A presto ;)

JAJO ha detto...

Ciao Rosa, avevo già letto il tuo primo post (lo faccio sempre, quando scopro un nuovo blog, e mi era piaciuto) ed ora questo non fa che confermare l'impressione che avevo avuto: anche io ho aperto un blog per buttare lì un po' di me... i miei pensieri, le mie passioni, le mie sensazioni, i ricordi di viaggi e pietanze.... Continua così: la vita deve rinnovarsi continuamente per essere bella... sempre nuova... sempre appassionante
Jacopo